PREMIO
CALLAS


Il Trofeo Callas è un medaglione in bronzo modellato da Felice Naalin. Fusa a cera persa, la scultura propone il profilo della divina componendo una medaglia di memoria classica.

LE NOSTRE GIULIETTE
2017: Carolina Kostner
2016: Marisa Laurito
2015: Sofia Righetti
2014: Maria Giovanna Elmi
2013: Sara Simeoni
2012: Ilaria Decimo
2011: Francesca Martini
2010: Katia Ricciarelli
2009: Federica Pellegrini
2008: Gigliola Cinquetti
2007: Licia Colò
2003: Alda Merini
2002: Moira Orfei
2001: Paola Pezzo
2000: Tiziana Ferrario
1999: Helene Maria Jurgkunz
1998: Maria Teresa Ruta
1997: Anna Fendi
1996: Cecilia Gasdia
1995: Manuela Di Centa
1994: Mariele Ventre
1992: Silvana Giacobini
1991: Carla Fracci


Il prezioso Trofeo Giulietta è realizzato ogni anno in modello unico da Felice Naalin. L'opera scultorea è composta in acciaio con basamento in marmo rosso di Verona e presenta le silhouette incrociate di Giulietta.
P R E M I O    G I U L I E T T A
ALLA DONNA ALLA CARRIERA

Siete invitati alla consegna del Trofeo Giulietta Venerdì 09 Giugno alle ore 19.00 alla Casa di Giulietta (VR). Segue rinfresco.

Con il mito shakespeariano di Giulietta e Romeo, Verona é conosciuta in tutto il mondo, ed é nel sogno di molti venire a visitare i luoghi che testimoniano ancora oggi la storia di un Grande Amore. Col patrocinio degli Assessorati alla Cultura di Provincia, Comune e Regione, in omaggio a Giulietta e Romeo, il Premio Giulietta ha lo scopo di portare all'attenzione di tutti, quei personaggi che abbiano saputo qualificare il settore di propria attività, grazie al loro impegno professionale e alla loro passione. Un dono che Verona offre con il prestigioso trofeo ideato da Felice Naalin.



2017 - Carolina Kostner



Inizia a pattinare giovanissima, all’età di quattro anni e il primo successo arriva nel 2001,
a soli 13 anni, con la vittoria alla prima gara internazionale. Inizia così una brillante carriera
sportiva che la vede, tra le altre numerose conquiste, vincitrice della medaglia di bronzo alle
Olimpiadi invernali nel 2014, campionessa mondiale nel 2012 e otto volte campionessa italiana
,l’ultima nel 2016).
Oggi il suo nome si aggiunge alla galleria di donne straordinarie che, a partire dal 1991, hanno
ricevuto il Premio Giulietta: Carla Fracci, Silvana Giacobini, Mariele Ventre, Manuela Di Centa,
Cecilia Gasdia, Anna Fendi, Tiziana Ferrario, Paola Pezzo, Moira Orfei, Alda Merini, Licia Colò,
Gigliola Cinquetti, Federica Pellegrini, Katia Ricciarelli, Sara Simeoni, Maria Giovanna Elmi,
Sofia Righetti e, infine Maurisa Laurito. Il Premio Giulietta gode del patrocinio del Comune di Verona.




2016 - Marisa Laurito



Attrice, cantante e conduttrice televisiva italiana, Marisa Laurito ha lavorato accanto ad alcuni
dei nomi più prestigiosi della televisione, della canzone e del teatro italiano, tra i quali Eduardo
De Filippo, Renzo Arbore, Raffaella Carrà, Gianni Boncompagni, Adriano Celentano, Pippo
Baudo e molti altri ancora. Marisa Laurito ha spaziato con il proprio talento in differenti ambiti
professionali, sperimentando sempre con successo le diverse forme e modalità dell’espressione
artistica. Ha dimostrato inoltre, fin dagli esordi della propria carriera, una singolare capacità
comunicativa con la quale è ben presto riuscita a farsi apprezzare ed amare da tutto il pubblico. Ha
infatti ricevuto varie onorificenze, tra cui la Maschera d’Argento e il Biglietto d’Oro nel campo del
teatro, il premio David di Donatello e Il Globo per il cinema, l’Oscar della pubblicità e il Telegatto
per la televisione; è stata inoltre insignita più volte del titolo di Personalità Europea.
Nel 2016 premiata Giulietta in occasione del 30° anniversario dall’esordio del programma
televisivo “Quelli della notte”, in cui lavorò magistralmente fianco a fianco di Renzo Arbore.



2015 - Sofia Righetti



Sofia Righetti, veronese di Negrar, medaglia d’oro in slalom gigante e medaglia d’argento in slalom
speciale ai campionati italiani paralimpici di sci alpino, all’età di soli cinque anni perse l’uso delle
gambe. Grazie a un carattere grintoso e a saldi ideali, ha saputo superare i propri limiti fisici,
unendo la passione per lo sport a un rispetto totale e incondizionato per la vita umana.
Relatrice a molteplici incontri universitari, ha interloquito più volte sul tema della disabilità,
proponendola come mera caratteristica fisica e non come limite alla propria felicità e al
raggiungimento degli obiettivi personali.
Nel 2015 premiata come Giulietta per i meriti sportivi ed etici.



2014 - Maria Giovanna Elmi



Maria Giovanna Elmi, conosciuta anche come la Fatina (Roma, 25 agosto 1940), è un'ex annunciatrice televisiva, conduttrice televisiva, cantante ed attrice italiana.
Dopo aver conseguito il diploma di maturità classica, si iscrive all'Università di Roma, frequentando la facoltà di lettere moderne per quattro anni.
Inizia a lavorare in RAI come annunciatrice supplente (dopo essere diventata giornalista pubblicista) e poi, in via definitiva, per quasi quindici anni. Nel 1977 e 1978 ha presentato il Festival di Sanremo affiancata da Mike Bongiorno nel 1977 e da Beppe Grillo e Stefania Casini nel 1978. Ha partecipato a programmi per bambini nella TV dei ragazzi. È soprannominata fatina sia grazie alle canzoni per bambini da lei incise presso la casa discografica Pull che per il dolcissimo viso e i delicati lineamenti.
Nel 2014 premiata come Giulietta, in occasione del 60° compleanno RAI e del raggiungimento dei suoi 40 anni di lavoro in RAI.



2013 - Sara Simeoni



Nata a Rivoli Veronese, cominciò ben presto a frequentare le pedane di atletica adottando il neonato stile Fosbury. Fu seguita dapprima dal tecnico Bragagnolo, quindi da Erminio Azzaro, anche lui saltatore in alto, che diventerà suo allenatore e marito.
Divenuta primatista italiana assoluta quando era ancora nella categoria juniores, aveva tra le sue armi migliori tecnica e determinazione. Nelle manifestazioni più importanti, sia indoor sia all'aperto, ha avuto una progressione di risultati che l'hanno portata a valicare il fatidico muro dei 2 metri in una lotta agonistica spesso contrapposta alle rivali tedesche Rosemarie Ackermann ed Ulrike Meyfarth.
Nel suo curriculum vanta una medaglia d'oro ai Giochi olimpici di Mosca 1980 ed anche due medaglie d'argento ai giochi olimpici (Montreal 1976 e Los Angeles 1984), un oro e due bronzi agli europei, quattro ori agli europei al coperto, due vittorie alle Universiadi e ai Giochi del Mediterraneo e 24 titoli italiani; ha indossato la maglia azzurra per 72 volte.
È stata alfiera azzurra durante la cerimonia d'apertura delle olimpiadi di Los Angeles, e il 26 febbraio 2006 è stata portatrice della bandiera olimpica nel corso della Cerimonia di chiusura della XX Olimpiade invernale di Torino.
Alla fine degli anni ottanta è stata anche interprete di sigle di telefilm, cartoni animati e trasmissioni televisive pubblicate nell'album "Bimbo Hit" nel 1988 e nel 1990.
Nel 2013 premiata come Giulietta, per essersi distinta nelle panorama delle doti atletiche.

Vai alla Photogallery



2012 - Ilaria Decimo



Il comitato ha deciso di premiare Ilaria Decimo per gli studi compiuti (assieme al marito Francesco Bifari) alla guida di un team di ricerca internazionale che ha coinvolto i laboratori di Farmacologia e di Ricerca sulle cellule staminali dell’Università di Verona. I risultati ottenuti – secondo i quali le meningi (la membrana che avvolge il sistema nervoso centrale) costituiscono una potenziale fonte di cellule staminali che si attivano dopo un trauma del midollo spinale – sono stati pubblicati sulla prestigiosa rivista scientifica “Stem Cells”.

Vai alla Photogallery



2011 - Francesca Martini



Francesca Martini, veronese DOC, passa agli annali della storia della nostra città: è infatti l'unica donna con funzioni di Governo nata a Verona nella storia della Repubblica. Una carriera politica brillante, connotata dalla sua prima elezione in Parlamento come deputato nel 2001. Nel 2007 diventa il primo Assessore alla Sanità donna della Regione Veneto, nel 2008 è rieletta in Parlamento.
Nata a Verona il 31 agosto 1961, è laureata in lingue e letterature straniere; mamma di due figli che segue con particolare affetto, è impegnata nel sociale. Ha svolto attività di docente. Dal 2008 al 2010 è stata Sottosegretario al Ministero del Lavoro salute e politiche sociali. Dal 2010 è Sottosegretario al Ministero della Salute.

Vai alla Photogallery



2010 - Katia Ricciarelli



Katia Ricciarelli, nata a Rovigo il 18 gennaio del 1946, è soprano e attrice.
Diplomata al Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia con Iris Adami Corradetti, ha debuttato a Mantova nel 1969 con "La bohème" e, l'anno successivo, al Regio di Parma con "Trovatore". Nella sua carriera si è esibita nei migliori teatri del mondo: con un repertorio che spazia dalle opere di Puccini e Verdi a quelle di Rossini e Doninzetti ha raggiunto livelli d'eccellenza nella seconda metà degli anni Settanta, a partire dal 1971, con la vittoria del Concorso Internazionale Voci Verdiane della RAI al fianco del tenore Giuliano Bernardi. Interprete sensibile, attenta sia alla musica che ai testi, ha dimostrato di essere un'attrice autorevole: interprete femminile del film di Pupi Avati "La seconda notte di nozze", ha ricevuto consensi di critica e di pubblico ed è stata omaggiata con dodici minuti di applausi alla Mostra del Cinema di Venezia del 2005. Nel 2006 ha ricevuto il Nastro d'Argento quale miglior attrice protagonista. Madrina dell'Associazione Thalassemici, è promotrice di molteplici attività benefiche.

Vai alla Photogallery



2009 - Federica Pellegrini



È l'unica nuotatrice italiana, ed una delle poche europee, ad aver infranto il record del mondo in più di una specialità. È la prima donna italiana ad aver vinto una medaglia d'oro nel nuoto alle Olimpiadi, nel 2008 a Pechino (nei 200 m stile libero). Durante i Campionati mondiali di nuoto 2009 a Roma, Federica Pellegrini diventa la prima donna al mondo a scendere sotto i 4 minuti nei 400 metri stile libero con il tempo di 3'59"15. Nella stessa competizione vince la finale dei 200 metri stile libero, fermando il cronometro a 1'52"98 e battendo così il suo stesso record di 1'53"67, stabilito il giorno prima in batteria di qualificazione. Ancora suoi erano il record precedente, di 1'54"47, e anche quello precedente, di 1'54"82, stabilito a Pechino 2008. In meno di un anno, la Pellegrini ha abbassato il record del mondo di quasi 2 secondi.

Vai alla Photogallery



2008 – Gigliola Cinquetti



Dopo aver vinto il Festival di Castrocaro nell'autunno del 1963 con la canzone di Giorgio Gaber Le strade di notte, debutta a sedici anni al Festival di Sanremo nel 1964 vincendo, in coppia con Patricia Carli, la manifestazione canora con la canzone Non ho l'età (Per amarti). Due mesi dopo a Copenaghen vince,sempre con la stessa canzone, anche l'Eurofestival. In breve tempo vende più di quattro milioni di copie in tutta Europa.

Vai alla Photogallery



2007 - Licia Colò



Licia Colò, protagonista indiscussa della televisione italiana,è la vincitrice dell'edizione 2007 «Premio Giulietta alla donna e alla carriera». Un meritato riconoscimento quindi alla concittadina di Giulietta che con il suo sorriso e la sua sensibilità fa viaggiare milioni di italiani valorizzando e rispettando varie culture, Paesi e tradizioni.

Vai alla Photogallery



2003 - Alda Merini



Un disagio di vita sublimato nella poesia in un canto aspro e nel contempo delicato. La poetessa milanese è una tra le voci liriche più autorevoli del panorama italiano.



2002 - Moira Orfei



Moira Orfei, la regina del circo italiano, è la vincitrice dell'11º «Premio Giulietta alla donna e alla carriera». L'iniziativa ha il patrocinio degli assessorati alla cultura del Comune e della Regione. Il premio consiste in un monotipo di ferro, Opera di Felice Naalin, raffigurante Giulietta racchiusa in una raffinata edicola gotica.



2001 - Paola Pezzo



Tramite l’impegno e la è riuscita nel corso degli anni a diventare una delle punte più alte dello sport della mountain bike ottenendo vittorie olimpioniche ad Atlanta e a Sydney.

Vai alla Photogallery



2000 - Tiziana Ferrario



La scelta é caduta quest'anno su un personaggio dell'informazione, in quanto il sistema della comunicazione é ormai diventato l'humus che unisce i vari mondi, trasformando le nostre quotidianità, i nostri orizzonti. Era giusto quindi pensare ad una donna che rappresenti questo mondo, ponendosi in modo professionale senza cadere in eccessi di protagonismo. Tiziana Ferrario, giornalista televisiva, rappresenta un caso di conduttrice di TG che ha saputo emergere con modestia e signorilità, in una televisione urlata, eccessiva e spesso banale. Milanese, inizia la sua carriera a Tele Lombardia per poi passare alla Rai di Milano. Da qui passa a Roma, comincia la sua carriera al TG Uno dove oggi conduce il TG delle 13.00 e coordina il GT Ragazzi.



1999 - Helene Maria Jurgkunz



Nella foto: Aleardo Merlin, H.Maria Jurgkunz e Michela Sironi

Per la prima volta il premio "Giulietta" esce dai confini nazionali e diventa europeo. Il riconoscimento viene offerto ad una politica per dare risalto all'impegno che la donna profonde anche nell'ambito politico e sociale. In particolare H. M. Jurgkunz, prima donna a ricoprire l'incarico di sindaco di Norimberga in Germania, attiva nel promuovere scambi culturali e commerciali con la nostra città. Il suo primo contatto politico lo ebbe a 14 anni e da allora fu un continuo impegno per il conseguimento di risultati concreti. É politica che crede nell'Unione Europea.



1998 - Maria Teresa Ruta



Nella foto: Aurelia Favalli e Maria Teresa Ruta

Nel 1998 viene scelta dalla giuria Maria Teresa Ruta, straordinaria conduttrice televisiva. Una carriera cominciata con la vincita del concorso Miss Muretto di Alassio, poi proseguita con la partecipazione alla Domenica Sportiva su Rai Uno e la conduzione di vari programmi. É tuttora uno dei volti più noti della televisione Italiana.

Vai alla Photogallery



1997 - Anna Fendi



Ha saputo, con la sua casa di moda, far conoscere ed apprezzare in tutto il mondo la raffinatezza stilistica italiana. La storia di Fendi nasce nel 1925 a Roma, con un negoziollaboratorio di pellicceria. Limprenditorialità Fendi poggia su tre punti: creatività, artigianato e tecnologia. A tutt' oggi questi sono i punti fondamentali del successo Fendi. Anna é una delle cinque sorelle che é entrata nell' azienda di famiglia ed ha contribuito a farIe raggiungere le dimensioni attuali, con più di 100 boutiques tra Italia ed Estero e 600 punti vendita.

Vai alla Photogallery



1996 - Cecilia Gasdia



Affermata artista e cantante lirica, é la prima donna veronese scelta per il premio "Giulietta", accolta con successo nei più famosi teatri del mondo e appassionata interprete femminile. Ha cantato più volte all'Arena di Verona e nel 1996 si é esibita nel Barbiere di Siviglia. Inizia la sua brillante carriera all'età di vent'anni e debutta a Firenze ne "I Montecchi e Capuleti". Il successo inizia alla Scala di Milano nel ruolo di "Anna Bolena" nell'omonima opera di Donizetti. In seguito canta nei maggiori teatri lirici del mondo con grande successo.

Vai alla Photogallery



1995 - Manuela Di Centa



Fondista Azzurra con insuperabili doti di campionessa dello sport e della vita. Nel 1994 conquista la Coppa del Mondo, oltre a 5 medaglie. Determinata nel carattere e forte nel superare le awersità fisiche che la colpiscono. Riesce con l'impegno e la fatica a mettere a frutto le sue eccezionali doti personali e a regalare allo sport italiano grandi riconoscimenti e fama mondiale.

Vai alla Photogallery



1994 - Mariele Ventre



Nella foto: Cina Tortorella, Mariele Ventre e Felice Naalin

Maestra di musica corale, oggi purtroppo scomparsa, ha diretto per oltre trent'anni ill Piccolo Coro dell'Antoniano di Bologna, é stata l'ambasciatrice della musica del mondo dell'infanzia. Per molti anni ha preparato i piccoli concorrenti che partecipavano alle selezioni dello Zecchino d'Oro. Ha contribuito ad ampliare la produzione discografica arricchendo il patrimonio musicale dell'infanzia.

Vai alla Photogallery



1992 - Silvana Giacobini



Nella foto: Anna Pesenti con Silvana Giacobini

Giornalista e all' epoca direttrice del settimanale Gioia. La sua carriera spazi a dalla radio, alla televisione, alla carta patinata di riviste come Gente, Eva Express, Salute e Bellezza, Grazia. Ha saputo conciliare con serietà ed impegno la sua vita professionale con la vita familiare.

Vai alla Photogallery



1991 - Carla Fracci



Carla Fracci, prima donna premiata nel 1991 e prima donna della danza. Il premio "Giulietta" le è stato attribuito per la sua brillante e lunga carriera. Carla Fracci ha impersonato più volte il ruolo di Giulietta nei suoi balletti, e nel 1991, si esibiva in Arena proprio in "Giulietta e Romeo".

Vai alla Photogallery


































































Luce Arts Work Shop - Via Sciesa 29/B - 37122 Verona
Tel: +39 3294363122 - email: luceartsworkshop@yahoo.it - Cod. Fisc. 02913680233